Come pulire il passeggino facendo attenzione ai detergenti nocivi: consigli facili e veloci.

Con l’arrivo di un bebè ci sono moltissime cose a cui pensare.

Una tra le più importanti è come fare ad avere un passeggino che sia sempre idoneo alla piccola vita che dovrà cullare per i prossimi due tre anni.

Il passeggino diventa veramente parte integrante della routine della famiglia; dalla passeggiata, al ristorante, dal baule della macchina, alla nanna.

Premesso ciò mangereste mai su una sedia sporca? Dormireste in un letto pieno di briciole o macchiato?
Io credo proprio di no, ecco alcuni trucchetti per avere un passeggino sempre a prova di bambino.

E allora vediamo come pulire le parti fisse del passeggino

Con parti fisse s’intendono i manici o maglione unico, il telaio e le ruote. Occorre preservare la funzionalità del passeggino cercando di non esporlo a intemperie quali pioggia, grandine e neve, evitando così la ruggine e/o muffe.

Un metodo naturale per pulire il telaio del passeggino che a tante mamme piace è utilizzare un panno inumidito con qualche goccia di aceto di vino bianco.
Renderà le parti in acciaio super brillanti, e allo stesso tempo pulite. Questo è uno dei metodi più sicuri.

Bisogna stare assolutamente attenti all’utilizzo dei classici detergenti. Potrebbero essere troppo aggressivi e nocivi danneggiando così il telaio o il rivestimento del passeggino.
Oltre al danneggiamento del passeggino stesso occorre valutare la salute dei bimbi. Qualora non fossero ben risciacquati potrebbero causare irritazioni alla loro pelle delicata.

Per quanto riguarda la pulizia delle ruote è preferibile farlo all’esterno dell’abitazione con dello sgrassatore.

La cosa migliore è aiutarsi con uno spazzolino da denti vecchio per pulire bene i raggi e le gomme dato che stanno spesso a contatto con la strada. Per ripulire velocemente la pavimentazione bagnata utile è l’aspiraliquidi: in un lampo l’acqua e il detersivo utilizzato per pulire sarà aspirata dal pavimento e il dispositivo antischiuma renderà tranquilla questa operazione.

Facile e veloce!

E per pulire le parti mobili del passeggino?

I passeggini moderni fortunatamente sono quasi tutti sfoderabili, perciò quasi sicuramente potranno essere lavati comodamente in lavatrice.
Prima di ciò è bene utilizzare l’aspirapolvere per essere sicuri di non danneggiare la lavatrice. Il mio consiglio è quello di utilizzare la lancia per angoli: la sua bocchetta stretta permetterà di  arrivare ad aspirare bene tutti gli angoli, le fessure del rivestimento e tutti gli spazi più stretti, specialmente se parliamo dell’ovetto e della carrozzina.

È facilissimo trovare piccoli residui di cibo caduti dalle manine dal bambino, oppure trovare della sabbia se si è stati al mare.

Per ottenere un risultato imbattibile e per evitare d’intasare il filtro della lavatrice in ogni caso è bene passare anche la spazzola per tessuti prima di passare al lavaggio.

Una volta sfoderato, controllare se c’è qualche macchia da pretrattare. Inserire in lavatrice e se possibile scegliere un candeggio delicato.
Utilizziamo un detersivo apposito per i bambini che non contengano sostanze nocive e un programma a freddo per non rovinare l’imbottitura. (È consigliabile comunque consultare il libretto delle istruzioni in dotazione al momento dell’acquisto)

Nel caso in cui il passeggino non fosse sfoderabile utilizzare la spazzola per tappezzeria agganciandola all’aspirapolvere e passare una spugna umida per eliminare eventuali macchie di cibo.

Anche per la pulizia della carrozzina meglio passare sul tessuto una spazzola idonea utilizzando l’aspirapolvere: lo sporco sarà eliminato in un baleno.

E se abbiamo un aspirapolvere centralizzato la pulizia sarà davvero profonda: non solo sporco e acari della polvere saranno rimossi facilmente da tessuti, imbottiture e materassino, ma saranno anche eliminati definitivamente all’esterno dell’ambiente.

Scopri gli approfondimenti preparati dallo staff GDA