PULIZIE DI PRIMAVERA: I CONSIGLI DEGLI ESPERTI

Con l’arrivo della bella stagione le giornate si allungano, l’aria si riscalda e in tutti c’è una voglia di rinnovamento. Questo è tradizionalmente il momento per aprire la casa dopo il freddo invernale e svegliarla a nuova vita. Certo l’immagine è molto poetica, ma passare lunghe ed assolate giornate a pulire casa è una prospettiva poco allettante per la maggior parte delle persone. Come organizzare le pulizie di primavera? Sarebbe bello agitare la bacchetta magica ed in pochi minuti avere una casa fresca, splendente e profumata di pulito, pronta ad accogliere amici e parenti per pranzi ed aperitivi. Purtroppo non abbiamo poteri magici, ma seguendo i nostri consigli le pulizie di Pasqua saranno veloci, efficaci e senza stress.

Intanto una curiosità: perchè si dice pulizie di Pasqua o pulizie di Primavera? E’ una tradizione che deriva dalla religione ebraica, per la quale l’importantissimo rito della Pasqua è preceduto da una settimana di purificazione, nella quale è vietato mangiare alimenti lievitati. Per questo motivo, subito prima dell’inizio di questo periodo si deve procedere alla pulizia approfondita della casa, al fine di eliminare ogni traccia di lievito, e quindi di polvere. Un rito di rinnovamento insomma, sia dell’ambiente che, di conseguenza, anche dell’anima.

1 – ELIMINARE IL SUPERFLUO

Al fine di semplificare le operazioni di pulizia, il primo passo fondamentale è di liberarsi di tutto il superfluo che inevitabilmente abbiamo ammassato dentro casa nel corso di tutto l’inverno e, forse, non solo.

Come insegna Marie Kondo, la guru dell’economia domestica, nel suo best seller “Il magico potere del riordino”, è fondamentale liberarsi di tutti gli oggetti che giacciono inutilizzati da tempo, velocemente e senza ripensamenti, conservando esclusivamente quelli che ci provocano dei sentimenti positivi, quindi legati a ricordi piacevoli. Questo è il segreto per riappropriarsi di maggiore spazio all’interno di ogni ambiente, di fare ordine in ogni stanza ed anche in se stessi, preparando la via ad una casa rinnovata, libera dal superfluo, splendente e pronta ad essere aperta agli altri. E non solo la casa …

2 – DOTARSI DEGLI STRUMENTI NECESSARI

Per effettuare le pulizie di primavera in modo rapido e veloce, impiegando meno tempo possibile nell’operazione e ottenendo il massimo dei risultati è necessario dotarsi di tutti gli attrezzi adeguati. Quindi prodotti per pulire tutte le superfici come vetri e legno, anticalcare e sgrassatore e, soprattutto, il nostro fido aspirapolvere che, con gli accessori specifici, ci consente di arrivare negli angoli più sperduti della casa, eliminando la polvere e lo sporco rintanati in ogni anfratto e su ogni superficie, in sicurezza e senza fatica.

3 – STILARE UN PROGRAMMA GIORNALIERO

Poiché al giorno d’oggi la maggior parte delle donne non si dedica più esclusivamente alla cura della casa, ma deve coordinarsi quasi sempre con il lavoro e altri mille impegni familiari e non, è impossibile fare tutto in uno o due giorni. Per evitare di girare a vuoto e perdere tempo, una volta deciso di iniziare le pulizie approfondite della casa è essenziale stilare un programma giornaliero di lavori, compatibile con tutti gli impegni e vedrete che nel giro in una settimana, massimo 10 giorni avrete completato la vostra missione “casa pulita senza stress”! Inoltre arruolate tutti coloro che vi possono dare una mano, anche con piccoli lavoretti, saranno comunque un grande aiuto!

Proprio per la diversità degli impegni quotidiani di ciascuno, è difficile stilare già un programma di pulizie standard adeguato e uguale per tutti; per questa ragione di seguito andiamo ad indicare gli step fondamentali da seguire che, adattandoli ai vostri ritmi familiari, potete tenere presenti per avere una casa pulita e sanificata.

1° STEP: Partire sempre dall’alto

Questa è una regola aurea per le pulizie in generale: si parte sempre ad effettuare i lavori dai posti situati in alto, perché, anche se si presta attenzione, inevitabilmente un parte di polvere cade in basso. Quindi si parte dalla pulizia di eventuali travi in legno sui soffitti, dalla pulizia dei soppalchi o di nicchie in cartongesso situate in alto, dagli split dei condizionatori, dai lampadari, dalle mensole più alte, dal top degli armadi. Per effettuare queste operazioni in maniera veloce e soprattutto sicura, evitando di salire su scale instabili, si può dotare il vostro aspirapolvere, che sia tradizionale o centralizzato, della lancia per angoli, spazzola per travi e spazzolino per spolverare che vi aiuterà a raggiungere tutti i punti più nascosti situati in alto.  

2° STEP: Tapparelle, vetri ed infissi

Appena appare un po’ di sole, diventa evidente quanto i vetri abbiano bisogno di un’immediata ed approfondita pulizia, lo stesso dicasi per le tapparelle e per le ante, che raccolgono tutta la polvere portata dalle intemperie invernali. Prima di tutto armatevi di aspirapolvere ed aspirate il grosso dello sporco, così dimezzerete i tempi della loro pulizia e il vostro intervento a mano sarà una rifinitura dei particolari, una pulizia approfondita. Per quanto riguarda le tende, la loro pulizia dipende dalla loro tipologia, dal tessuto e dal colore. Per ottenere una pulizia accurata delle tende, che sono un ricettacolo tra i più trascurati di polvere, acari e peli, il consiglio è, anche in questo caso, prima di smontarle dalle finestre, di passare preliminarmente l’aspirapolvere, dotato dell’apposita spazzola per tendaggi , in modo da eliminare gran parte della polvere, poi procedere ad un lavaggio delicato a seconda del tessuto. Sarete così sicuri di ottenere una pulizia perfetta di ogni tendaggio.

3° STEP: Pulizia approfondita della cucina

La cucina è sicuramente l’ambiente della casa più frequentato e dove si passa più tempo. La primavera è il momento giusto per fare una pulizia approfondita di tutti i pensili e gli elettrodomestici, partendo soprattutto dal frigorifero, la cui pulizia e indispensabile per la sua funzione di conservazione degli alimenti. Scegliete un momento in cui ci sono pochi alimenti all’interno e svuotatelo; togliete le griglie e i cassettoni e lavateli con detergente per i piatti e acqua. Con una soluzione di acqua tiepida e aceto (sgrassante e disinfettante) pulite tutte le pareti interne. Raccomandiamo di evitare di usare all’interno del frigorifero prodotti chimici. Per pulire dall’accumolo della polvere il retro del frigorifero, consigliamo di utilizzare l’aspirapolvere, sia quello tradizionale che quello centralizzato, dotato della spazzola adeguata. Dopo aver sistemato il frigorifero, passate ai pensili: svuotateli tutti, eliminate gli oggetti inutilizzati o i prodotti scaduti se si tratta di una dispensa, e procedete alla pulizia accurata di ogni scaffale.  

4° STEP: Pulizia dei termosifoni

Finalmente con l’arrivo della bella stagione si spengono i termosifoni ed è il momento propizio per procedere alla loro pulizia, che non sempre, a causa della loro conformazione, è semplice da effettuare. Eppure qua la polvere si annida in ogni apertura e eliminarla è fondamentale intanto per garantire un ambiente sano, soprattutto per le persone allergiche, inoltre per garantire un funzionamento corretto del termosifone stesso. In molti, vista la difficoltà di pulizia, suggeriscono addirittura di far scorrere l’acqua all’esterno lungo le scanalature, ponendo al di sotto delle bacinelle, lasciamo immaginare con quali risultati. In questo caso la soluzione per una pulizia efficace e veloce dei caloriferi è sicuramente utilizzare l’aspirapolvere, sia quello tradizionale che quello centralizzato, con l’apposita spazzola, che adattandosi ad ogni forma, consente una pulizia approfondita di ogni termosifone.

5 ° STEP : I tappeti

I tappeti sono complementi di arredo splendidi, che aggiungono calore e personalità ad ogni abitazione. Certo sono anche ricettacolo di polvere e di sporco e, soprattutto nelle case abitate da bambini o amici pelosi, occorre una periodica pulizia accurata.

Se il tappeto presenta delle macchie, si può intervenire strofinando la macchia con una soluzione di acqua e aceto. Per procedere alla pulizia generale, si può cospargere il tappeto di bicarbonato, lasciandolo agire per qualche ora e aspirandolo poi via con l’aspirapolvere. Il risultato sarà un tappeto igienizzato e dai colori ravvivati. Per aspirare i tappeti alla perfezione, togliendo tutta la polvere e gli allergeni occorre dotare il vostro aspirapolvere di una spazzola specifica, come la spazzola turbo battitappeto dotata di setole rotanti, che garantisce una efficace e profonda pulizia di tutti i tappeti (e per inciso anche della moquette). Poi, approfittando delle prime giornate assolate, lasciate i tappeti qualche ora esposti all’aria fresca, non alla luce diretta del sole, in modo da perdere ogni traccia di umidità residui.

6° STEP : Le camere da letto e i materassi

Dopo aver pulito il top degli armadi, passate al letto, togliete accuratamente la polvere dalla testiera e togliere lenzuoli e trapunte, scoprendo il materasso, che dovrà essere pulito accuratamente. Passiamo un terzo della nostra vita sul materasso, è d’obbligo prendersene cura, eliminando tutti i residui di polvere e fisiologici che vi si nascondono. Anche in questo caso abbiamo tre alleati preziosi: l’aspirapolvere, che sia tradizionale o centralizzato, il bicarbonato e l’aceto.  Se vi sono macchie organiche, passarle con una soluzione di acqua, aceto e limone, servirà a eliminarle del tutto. Per sanificare il materasso, cospargerlo per qualche ora di bicarbonato di sodio, che opererà la sua funzione disinfettante, ed in seguito aspirarlo con cura, utilizzando l’apposito accessorio per l’aspirapolvere, la spazzola miniturbo con setole rotanti, che assicurerà una pulizia profonda del vostro materasso. Questo accessorio vi verrà in aiuto anche per pulire al meglio la testiera del letto, se in tessuto.

7° STEP : Il cambio armadi

Ultimo ma non ultimo, forse il tasto più dolente, soprattutto quando gli armadi da sistemare sono tanti, compresi quelli dei figli! La regola generale vuole che sia necessario eliminare tutto quello che non si indossa più da due anni. Facciamo tre? In ogni caso, senza rimpianti, diamo in beneficenza il vestiario inutilizzato da tempo, ne guadagnerà lo spirito e lo spazio. Prima di mettere via i piumini e i cappotti in generale, è opportuno portarli in lavanderia o, quanto meno, far prendere loro aria ed anche dare una passata con l’aspirapolvere dotato dell’apposita spazzola per abiti, utilizzabile anche se non collegata all’aspirapolvere stesso, disponibili sia grandi che più piccoli, dotati di valvola da agganciare all’aspirapolvere, che sia tradizionale o centralizzato, che toglierà l’aria presente all’interno e ridurrà ad un terzo l’ingombro totale. Questi sacchi per sottovuoto, resistenti e riutilizzabili, sono ideali per la conservare abiti e tessuti in modo igienico, al riparo da sporco, polvere e muffa.

A questo punto avrete già fatto il grosso delle pulizie di primavera, con metodo e precisione, magari servirà qualche altra piccola passata, ma già la casa si presenterà rinnovata e pulita.

Raccomandiamo, subito dopo aver terminato di effettuare le pulizie di Primavera, di prestare attenzione alla manutenzione di quello che è stato il vostro più grande alleato, ossia l’aspirapolvere. Indispensabile pulire i filtri e cambiare i sacchetti, in modo da mantenerlo operativo, e il più efficiente possibile per lungo tempo.

 Pulizie di Primavera: accessori selezionati per te! 

Tutti gli accessori sono compatibili con qualsiasi marca di aspirapolvere centralizzato e tradizionale

{{block type=”filterproducts/latest_home_list” name=”latest_list” product_count=”10″ category_id=”94″ aspect_ratio=”0″ template=”filterproducts/list.phtml”}}