Spedizione gratuita per ordini superiori a € 50

E’ tempo di primavera e con essa anche il momento per le grandi pulizie!

Finalmente possiamo lasciarci alle spalle le giornate buie tipiche invernali e possiamo goderci la luce di questa dolce stagione.

E quale migliore occasione per pulire terrazzi, balconi e porticati se non in una giornata di sole tipica primaverile?

Ma prima di iniziare, qualche piccolo accorgimento:

      • Prepararsi: Assicurati di avere tutto il necessario (detergenti, panni, aspirapolvere). Pianifica in anticipo e fissa un orario per pulire.

      • Fare un programma: Pianificare è parte del processo; inizia con definire non soltanto gli ambienti, ma anche le superfici. Un suggerimento: pensa a pulire dall’alto verso il basso, iniziando prima con lo spolverare mobili, tende, divani, per poi finire con i pavimenti.

      • Definire degli obiettivi: Molti spazi da pulire? Quanto tempo hai a disposizione? Prova a dedicare del tempo a sistemare gli spazi, ed a dare priorità a determinate aree specifiche. Per esempio, per ottimizzare gli sforzi, puoi immaginare di pulire tutti i materassi e tendaggi allo stesso momento.

    Se possiedi un impianto di aspirazione centralizzato o tradizionale, potrai utilizzare spazzole per divani  e tappezzerie per la pulizia dei materassi, divani, tappeti e tendaggi.

    Una volta ultimati i preparativi, siamo pronti per iniziare con le pulizie!

    Ecco i nostri consigli su come procedere nell’esecuzione delle pulizie in 5 mosse.

    1. Sistema gli spazi

    Lo scopo principale delle pulizie di primavera è quello di rimuovere tutto il materiale che non serve più, iniziando da vestiti, indumenti e tessuti. Un suggerimento è quello di pensare a delle associazioni che possono donare o riciclare i materiali e garantire il minimo spreco.

    Per organizzare invece i tuoi vestiti invernali, il nostro consiglio è di riporli in sacchetti sottovuoto, così da poter non solo ottimizzare gli spazi, ma anche mantenere i capi puliti.

    Grazie all’impianto di aspirazione centralizzato, una volta piegati i vestiti e inseriti nell’apposito sacchetto, ti basterà aspirare con il tubo dell’aspirapolvere l’aria attraverso la valvola.

    I vestiti si conserveranno in perfette condizioni e non ci sarà bisogno di proteggerli con la naftalina perché, sottovuoto, saranno protetti dalle tarme.

    2. Spolvera i soffitti

    Così come i pavimenti, anche i soffitti tendono a riempirsi di polvere! Se hai difficoltà a raggiungerli, utilizza una scala assicurandoti che sia ben posizionata, e procedi utilizzando una spazzola morbida. Utilizza la prolunga telescopica ultraleggera in alluminio, regolabile in lunghezza, che ti permette di pulire in alto senza ricorrere a soluzioni pericolose.

    Se ci sono delle macchie, consigliamo di applicare una soluzione saponata e lavare delicatamente con un panno umido.

    3. Lava le pareti

    Così come i soffitti, anche le pareti tendono a scurirsi e a macchiarsi con il tempo.

    A seconda delle pareti, dovrai fare attenzione ai materiali utilizzati per non danneggiare la superficie.

    In linea generale, ti consigliamo di spolverare le pareti con un panno in microfibra, e poi rimuovi le macchie con una soluzione saponata.

    Per quanto riguarda la cucina, in presenza di macchie di grasso sulle pareti si può utilizzare un panno inumidito con alcool.

    4. Pulisci i tappeti

    Se disponi di un aspirapolvere centralizzato o tradizionale, potrai utilizzare la spazzola a due funzioni da 30 cm che ti permette di aspirare la polvere anche dal rovescio del tappeto.

    Per sanificare periodicamente i tuoi tappeti, ti consigliamo invece di versare dell’acqua gassata sul tappeto e strofinare delicatamente con una spazzola. Una volta asciutto, cospargi con del bicarbonato di sodio. Quando il bicarbonato di sodio si è asciugato, aspira nuovamente.

    Per togliere eventuali macchie potrai utilizzare prodotti specifici oppure provare a strofinare la moquette con acqua minerale gassata oppure con una soluzione di acqua e aceto o acqua ossigenata.

    Non dimenticare di testare ogni soluzione o prodotto su una parte non prominente del tappeto prima di pulirlo completamente. In questo modo non danneggerà l’intero tappeto se qualcosa dovesse andare storto.

    5. Pulisci le finestre

    Per la pulizia delle finestre, è sempre consigliato farlo quando è nuvoloso, poiché il sole fa asciugare le finestre rapidamente favorendo la formazione di aloni.

    Puli le finestre dall’alto verso il basso o da sinistra verso destra usando una spugna.

    Per una pulizia ottimale, consigliamo di mescolare ¾ di litro di acqua con ¼ di litro di aceto, e spruzzare la soluzione sulla superficie desiderata.

    Se disponi di un aspirapolvere centralizzato o tradizionale, potrai utilizzare la spazzola per tappezzerie, utile per pulire gli scuri e le tapparelle delle tue finestre.

    6. Pulisci i pavimenti

    Infine, terminiamo con la pulizia dei pavimenti.

    Poiché ogni materiale è diverso e necessita di una manutenzione e di prodotti particolari a seconda delle sue caratteristiche tecniche, ti invitiamo a leggere il nostro approfondimento “Pulizia dei pavimenti” per maggiori dettagli su come pulire il tuo pavimento a seconda della superficie.

    Per la pulizia, invece, degli esterni della tua casa come terrazzi, balconi e porticati puoi usufruire del nostro prodotto “aspiraliquidi”.

    Se hai seguito tutti i nostri consigli, la tua casa dovrebbe essere pronta per l’arrivo della bella stagione!

    Lo sapevi che, con l’aspiratore centralizzato, puoi acquistare il “Kit Completo” che ti permette di disporre di una varietà di accessori pratici e innovativi per accompagnarti al quotidiano nelle  pulizie? Scoprilo qui!

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

    Per te un COUPON SCONTO del 10%
    Ricorda: i coupon di sconto non sono cumulabili